Il progetto “Mirno more” (Mare calmo”) ha ricevuto un altro prestigioso riconoscimento!

16.01.2015

Dani pomoraca i brodaraca 1
A Pola, nell’ambito delle celebrazioni per il Giorno dei marinai e dei pescatori 2014, festeggiato il giorno di S. Nicola, il ministro Siniša Hajdaš Dončić ha consegnato un meritato attestato di riconoscimento a singoli e società, che si sono distinti per l’opera di salvataggio in mare, il contributo all’economia marittima e peschereccia e il contributo alla promozione della cultura e della conoscenza in ambito ittico per l’anno 2014. Tra i premiati di quest’anno c’e’ anche il progetto social-pedagogico internazionale “Mare calmo”, che da già due anni trova ospitalità presso la marina Kaštela.
Il responsabile del progetto, Luka Berket, a tal proposito ha detto ai microfoni di radio Kaštela – ” Questo è un grosso onore che riempie d’orgoglio non solo me, ma tutti i volontari che ci hanno aiutato, come i lavoratori e i collaboratori della marina Kaštela, che hanno permesso che tutto ciò si realizzasse, ospitando e abbracciando il progetto “Mare calmo”, perché noi dell’associazione “Mare calmo” siamo solo una piccola parte di marina Kaštela, ma il nostro impegno dura da già due anni” e ha annunciato che marina Kaštela anche il prossimo anno ospiterà il progetto social-pedagogico più importante al mondo per bambini e ragazzi, ricordando come questo progetto sia di fondamentale importanza per i bambini marginalizzati che, grazie all’esperienza di vivere in spazi limitati, imparano i valori di tolleranza e rispetto delle diversità.

Al progetto “Mare calmo”, che da già due anni trova ospitalità presso la marina Kaštela, hanno partecipato più di 100 barche a vela e 900 bambini e ragazzi provenienti da 18 paesi.
“Io provo un’emozione particolare quando parlo di “Mare calmo”, è un impegno che dura l’intero anno e che richiede sforzi e sacrifici, ma quando è tutto pronto, la fatica lascia il posto alla gioia e alla soddisfazione, soprattutto quando guardate i volti sorridenti dei bambini. Non c’è niente di più bello al mondo!”- ha aggiunto un commosso Luka Berket.

Lo scopo di questo progetto è permettere ai bambini marginalizzati, socialmente svantaggiati, malati cronici, con disabilità fisiche o psichiche, di navigare in barca a vela lungo le coste croate dell’Adriatico, di vivere assieme un’esperienza che li aiuterà a superare i pregiudizi verso chi è diverso. Il nostro motto lo gridiamo al mondo intero: “RIFIUTATE I PREGIUDIZI!”.
“Mare calmo” iniziò nell’anno 1992, in tempo di guerra tra le nazioni dell’Ex-Jugoslavia, con una piccola flotta di barche, ed era dedicato ai bambini profughi di diversa nazionalità in fuga dai territori di guerra. Lo scopo era d’insegnare ai bambini come superare i pregiudizi fondati sull’appartenenza ad altre nazioni. Sulla “Flotta della pace” hanno navigato più di 6.000 bambini disabili e socialmente svantaggiati, e negli ultimi anni sono state fondate alcune associazioni internazionali, nostri partner, che si prendono cura in maniera professionale dei bambini e dei ragazzi socialmente abbandonati.