Il Clima

Kaštela si trova nel centro della costa orientale dell’Adriatico, e quindi è molto esposta ai movimenti atmosferici mediterranei. L’ottimo clima è la principale caratteristica di questa zona, e il golfo di Kaštela è tra i più soleggiati del mare Adriatico. Quest’area può vantare 2700 ore di sole l’anno e un cielo limpido, sotto il quale si trovano le pendici del monte Kozjak che scendono a mare, coperte da uliveti, vigneti, agrumeti e ciliegi. Tutta quest’area verde gode in media di 7 ore di sole al giorno. Perfino la pioggia ha caratteristiche mediterranee. la maggior parte dei 809 mm di pioggia l’anno cade principalmente nei periodi autunnali e invernali. La temperatura media annua dell’aria è di 19.2°C mentre quella del mare è di 17.5°C.

PRIMAVERA: La temperatura media dell’aria in primavera è di 17.5°C. La primavera è il periodo in cui i venti si alternano e predomina un clima soleggiato e asciutto. A fine primavera e inizio estate i profumi delle piante tipiche del mediterraneo (ginestre) vengono sparsi nell’aria dal maestrale. In questo periodo l’insolazione media quotidiana è di 7.4 ore.
ESTATE: La temperatura media estiva è di 25.8°C. Le estati solo calde e asciutte. Il vento del maestrale, che arriva dal mare, è un importante termoregolatore e in alternanza con il venticello nordico serale, rinfresca la costa riscaldata dal sole estivo. La media quotidiana di ore di sole è di ben 11.3 ore, mentre la temperatura media del mare è di 24°C.
AUTUNNO: In media la temperatura autunnale dell’aria è di 14.5°C, con moderati periodi di pioggia e un continuo alternarsi tra venti di scirocco e bora. In media le ore di sole sono 6.3, che combinate ai venti, creano un’attrazione per i velisti e i windsurfisti del golfo.
INVERNO: La temperatura media invernale è di 12°C. In questo periodo si raggiunge l’apice dell’alternarsi dei venti di scirocco e bora che di conseguenza porta a continui e bruschi cambiamenti, tra periodi di sole e pioggia. La media di insolazione e’ di 4.2 ore, e da ciò si può dedurre che gli inverni sono miti. Per esempio, a metà gennaio la temperatura media è di 7.8°C e ciò rende questa regione centrale dell’Adriatico la più calda della costa mediterranea settentrionale. La temperatura media del mare è di 13°C. La neve in questa regione è una vera rarità.
VENTI
I tre tipi di clima caratteristici del territorio del golfo di Kaštela sono anche quelli che caratterizzano l’intera area mediterranea:

  • tempo umido, nuvoloso e instabile, influenzato dallo scirocco, vento caldo proveniente da sud
  •  tempo asciutto, soleggiato e stabile, influenzato dalla bora, vento freddo e secco proveniente da nord
  • tempo estivo stabile, con presenza di vento da NO (Maestrale) e di sera di una leggera bora che soffia dalla terraferma

I venti di scirocco e bora caratterizzano fortemente il tempo nell’Adriatico

BORA: è un vento forte, improvviso, asciutto efreddo, a volte vento di burrasca (fino a 12BF). Soffia a forti raffiche (refoli) dal freddo entroterra dell’adriatico orientale, il più delle volte proviene da NNE e ENE. La configurazione topografica influenza la potenza e la direzione della bora che si affligge sulla superficie del mare, le onde sono irregolari, corte e basse (1-2,5 m). La forte bora spazza le cime delle onde in una sorta di schiuma e crea la cosiddetta polvere d’acqua che diminuisce la visibilità e crea pericolo ai naviganti perché ostacola la respirazione. La temperatura dell’aria può in breve tempo diminuire di dieci gradi e la pressione dell’aria aumenta. Durante l’inverno la bora soffia di frequente, con maggiore intensità e durata (3-7 giorni), mentre d’estate soffia di rado, con minore intensità e durata (massimo 2 giorni). Allontanandoci dalla terraferma la bora perde d’intensità, senza forti raffiche, ma crea onde più grandi. L’imprevedibilità’ è una delle caratteristiche più pericolose della bora. La bora scura ciclonica è un vento molto forte ma costante che soffia senza particolari raffiche da NE verso E. Si accompagna solitamente a un tempo piovoso, nuvoloso e tetro e d’inverno, qualche volta, porta a nevischio e ad un drastico calo di pressione atmosferica e temperature molto fredde.
TRAMONTANA: vento del nord. È simile alla bora e soffia principalmente da Nord. È un vento locale, freddo, asciutto e di breve durata (massimo 1 giorno) e non violento (fino a 9Bf) e a raffiche come la bora. La tramontana si accompagna al bel tempo e all’alta pressione atmosferica; lontano dalla costa soffia con maggior intensità, dura di più e forma grosse onde. E più frequente nel sud dell’Adriatico.
LEVANTE: vento che soffia da Est. Di breve durata, costante e di moderata intensità (fino a 7 Bf). È un vento di passaggio quando dallo scirocco si passa alla bora e vice versa. Durante l’inverno si accompagna al tempo piovoso e freddo moderato, con occasionali nevicate. D’estate, con bel tempo stabile, soprattutto in mattinata, soffia nei canali delle isole della Dalmazia centrale.
SCIROCCO: vento del sud, caldo e umido di intensità costante. Soffia principalmente da ESE (scirocco-levante) verso SE fino a S (austro). Viene poco per volta e soffia in maniera costante, ma la vera potenza (livello burrasca) la raggiunge il secondo o il terzo giorno. È più frequente e forte nella parte sud dell’Adriatico che in quella settentrionale. È molto più potente in mare aperto e s’indebolisce spostandosi verso la costa. Lo scirocco scuro ciclonico si riconosce dalle nuvole grigie, basse e dense con piogge fitte e fulmini. Ogni tanto soffia a raffiche, la pressione atmosferica è bassa, e il mare agitato diminuisce la visibilità. Lo scirocco sereno anticiclonico soffia accompagnato da sole e bel tempo o da minore annuvolamento e il clima è caldo e afoso. Sovente appare in primavera e autunno. L’aria è pesante e la visibilità scarsa ed è caratterizzato da alte maree e da un aumento della pressione atmosferica.
LIBECCIO: vento di burrasca che soffia da sud ovest (fino a 12 Bf) che causa grosse onde, mare agitato e visibilità ridotta. È particolarmente forte durante l’autunno e l’inverno, e a causa di mareggiate improvvise può creare problemi alle imbarcazioni più fragili.
PONENTE: vento dell’ovest. Arriva all’improvviso, e soffia di rado. Il ponente è vento di passaggio, di breve durata, freddo e pericoloso, raggiunge una potenza di 12Bf. Porta forti piogge anche se di breve durata.
MAESTRALE: vento di nord ovest: diurno, tipico del periodo estivo dell’anno (aprile-ottobre) che a seconda delle situazioni soffia da NW a SW. E un vento piacevole e fresco, di moderata intensità (fino a 6Bf). La pressione atmosferica è bassa. Ravviva il caldo estivo, eaccompagna spesso un bel tempo stabile. È l’ideale per andare a vela. È più forte e frequente nell’Adriatico centrale e meridionale. Cambia direzione la mattina e il pomeriggio, verso destra, girando in direzione del sole, comincia cioè come vento di sudest, poi di sudovest e infine nordovest, creando onde molto alte.
BURIN: bora leggera, più mite, che d’estate soffia di sera dalla costa verso il mare, come una brezza leggera dopo il calar del sole. In genere dura l’intera notte , fino all’alba e ogni tanto, a causa della sua forza, viene scambiato per bora. Soffia fino a 30 km in mare aperto, direzione est. Porta bel tempoe alta pressione.
BURRASCA: oltre ai venti , sull’Adriatico è possibile l’arrivo di brevi e locali perturbazioni di diversa intensità – bufere e burrasche. Si verificano in tutti i periodi dell’anno,ma più spesso in estate. Queste perturbazioni sono caratterizzate da forti e pericolose raffiche di vento (da 15-20 nodi), forti temporali, piogge, lampi e cali di temperature.

Segnali che preannunciano il peggioramento del tempo:

  • calo della pressione atmosferica
  • alta marea
  • il maestrale smette prima di soffiare o ne è completamente assente d’estate
  • il pallore della luna e l’aurea che la circonda sono sinonimi di cambiamento di tempo
  • il rossore del cielo o l’apparizione dell’arcobaleno la mattina presto annunciano pioggia in arrivo
    vento forte nonostante il bel tempo sereno
  • il maestrale invernale preannuncia in genere l’arrivo di scirocco e pioggia
    quando è sereno e la bora cambia la sua direzione verso E, e specialmente verso SE
  • un muro di nuvole grigie a nord, soprattutto al calar della sera
  • se il sole prima del tramonto è’ pallido
  • un’aurea circonda il sole o la luna, con contemporanea presenza di vento umido
  • la costante bassa pressione annuncia che il maltempo persisterà

Segnali che preannunciano il miglioramento del tempo:

  • graduale aumento della pressione atmosferica (soprattutto oltre i 1012 hPa)
  • l’arrivo di schiarite dalla parte occidentale dell’orizzonte, nonostante il cielo nuvoloso
  • un vecchio detto: “il vento dopo la pioggia porta sempre bel tempo!”
  • il rossore del cielo,dopo il tramonto del sole, nel cielo nuvoloso

Segnali che indicano il proseguimento del bel tempo:

  • il maestrale durante il giorno e il “burin” all’albeggiare
    bassa marea e cielo sereno accompagnato da una quiete generale
  • il tramonto del sole è chiaro e sereno accompagnato da rossori meravigliosi
  • l’alta pressione non cambia o non aumenta
  • finché soffia la bora il tempo non peggiora